INNOVATORE

Bruno Munari


"Tutti i giorni condividevamo la macchina per contenere le spese della benzina, scambiarci opinioni e per sognare, con i colleghi di Ates si era creato un rapporto di stima e amicizia. Dal '72 al '76 in quel tragitto comune abbiamo discusso moltissimi concetti, progettato gli accelerometri e sviluppato centinaia di idee. Durante quelle due ore giornaliere abbiamo progettato tecnologie, conoscenze e prodotti che hanno fruttato negli anni decine di miliardi di dollari.
Al tempo non avrei mai immaginato che la stessa tecnologia avrebbe rivoluzionato le interfacce uomo macchina: certo che, a ripensarci, comandare un computer con i propri gesti √® qualcosa di molto mediterraneo, anzi molto italiano¬Ľ. Gli accelerometri servono per rilevare le vibrazioni di automobili, macchinari ed edifici. Possono misurare l'attività sismica e l'inclinazione ma sono anche utilizzati per tracciare il dispendio di energie di un ghepardo nella savana. In campo medico misurano, per esempio, la compressione polmonare di un paziente. Nike ha sviluppato orologi per correre che misurano passi e distanza percorsa. Telefonini, computer, lettori mp3 e macchine fotografi che digitali di nuova generazione incorporano queste tecnologie. Samsung, Sony Ericsson, BlackBerry, Apple, Lenovo e Google le usano per rilevare i gesti e comandare i loro prodotti. Nintendo con la sua Wii ha rivoluzionato il mondo delle console e dei videogiochi."


Bruno Murari: un grande sognatore, inventore e artigiano italiano del silicio